Ego si o ego no?

Buongiorno ! Oggi prendo spunto da un’osservazione che mi ha fatto una cara amica blogger e che rivela il pensiero spirituale dominante sull’ego. Devo, voglio, desidero e adoro riflettere su questo importantissimo argomento. Preferisco farne un post della mia risposta, cosi’ che possa essere letta, riflettuta ed eventualmente discussa qui sotto o tra di voi e i vostri amici…Ed e’ un post per le persone che sono attirate da questi temi, ma anche per tutte quelle nelle quali ho risvegliato una salutare curiosità 🙂  Dunque, ego si …o ego no?

La filosofia dominante e’ quella del ” dagli addosso all’ego ” … Pero’ io non la penso assolutamente cosi’!  Ma voi l’ego, lo conoscete bene? Riuscite a riconoscere i mille stratagemmi che adopera per attirare la vostra attenzione? E perche’ lo fa? Semplice, vuole essere nutrito. In che modo e con che cosa sarà compito nostro…. Siamo chiamati ad operare una trasformazione, non una soppressione .… Nella creazione degli infiniti universi, non si puo’ cancellare o sopprimere proprio niente, lo si puo’ solo trasformare, nella continua espansione… L’ego espande se’ stesso in coscienza per passare dall'”io”  ad essere “IO”…. Aiutiamolo quindi ad ampliare la percezione di se’, la conoscenza di se’ in modo sempre piu’ ampio…. e non cercando di zittirlo o addirittura di eliminarlo, umiliandolo o infangandolo proprio come concetto….

Attenzione che anche il desiderio di essere spiritualmente migliori  appartiene all’ego…. ed indica che non ci accettiamo cosi’ come siamo… Anche il desiderio di santità, di purezza, di paradiso appartiene all’ego... che vuole sempre costantemente “salvare” se’ stesso riguardo ad una auto-sentenza di indegnità di vivere, peccato e via di seguito… E sapete perche’?

Perche’ quando soffre, crede di aver sbagliato qualcosa, perche’ non si conosce, non sa come funziona e non riesce a vedere il miracolo generale…. Non riesce a guardare piu’ in là del suo naso.…non riesce a controllare le emozioni ne’ i pensieri… In poche parole: non riesce a controllare la sua vita….E non riuscirà certamente a farlo se non si conosce….

Quindi soffre e vuole eliminare quella cosa brutta di lui che non gli piace, quella che chiama errore (mentre e’ solo una limitata comprensione di se’ e degli eventi che lo condurranno pian piano ad una conoscenza di se’ sempre piu’ allargata e meravigliosa)…. E quando soffre, invece di riconoscere la vera causa che e’ l’ignoranza di se’ e che puo’ sempre colmarla, decide che e’ un errore e vuole scappare da se’ stesso.Allora vuole diventare un piccolo ego santo 🙂

Si parla tanto di raggiungere uno stato dove poter”essere senza ego” ma questo vuole semplicemente dire di avere tanto allargato la percezione individuale da sentirsi e da sapere di essere anche gli altri... Di sapere e di sentirsi di essere un enorme organismo psichico e materiale suddiviso in diversi corpi ed entità in esperienza per un ulteriore sviluppo dimensionale di se’ stessi …. Siamo creatori di universi in continua espansione, fuori e dentro di noi….

E a questo punto e’ ovvio che in questa percezione allargata l’ego personale viene incluso e assorbito in un IO piu’ grande, che comprende il NOI..E diventa un enorme, infinito, meraviglioso “IO SONO…..”….

L’ego non si dissolve…si evolve, si amplia… dalla prospettiva singola si tuffa in quella collettiva, come in una enorme, gigantesca matrioska…in quel momento ti rendi conto che il TU non esiste….E da quella prospettiva vi assicuro che e’ impossibile una qualsiasi azione di danno contro se’ stessi…. Ma finche’ sentiamo di essere un “io” e che esistono tanti altri “tu”, siamo limitati da questa percezione…

Contrariamente a quanto asserisce il pensiero storico spirituale e anche quello corrente new age, mi sento invece di dire che l’ego ha una funzione nobilissima (perche’ niente nella creazione e’ lasciato al caso)… E come tutte le cose nel mondo duale fanno, puo’ volgersi verso la costruzione o la distruzione… E anche la distruzione e’ sicuramente utile ai fini della conoscenza del se’, ma preferirei questa volta farne a meno 😀

Meglio costruire, decisamente! Perdonate questo lungo discorso…. Mi sono sentita chiamata a fare questa riflessione scritta sul pensiero spirituale, perche’ solo l’ego puo’ avere l’arroganza di auto-eliminarsi con lo sforzo indotto per evitare di conoscersi e accettarsi, ampliarsi in conoscenza e quindi evolvere…. All’ego appartiene il giudizio, e quindi la disistima…( e questo dovrebbe far riflettere sulle religioni, tutte…) … Sono meccanismi che bisogna comprendere… L’ego a lasciarlo fare evolve naturalmente verso una cooperazione … e diventa ECO…. basta nutrirlo in ogni momento con la saggezza della mente e del cuore abbracciati insieme, verso l’utilità benefica collettiva ❤

Diamo tempo al tempo (ne abbiamo tanto) che ci si arriva, non mutilatevi.

Dal mio ego al vostro, con affetto

Cri ❤

.

.

Annunci

7 commenti Aggiungi il tuo

  1. Rebecca Antolini ha detto:

    Ciao carissima Cristina, bellissimo post… l’EGO in me c’è non ho alcun dubbio, e lo so con certezza perche si presenta ogni giorno, a volte faccio finta di niente a volte lo combatto dipende dalla situazione..
    Avere un equilibrio giusto di egoismo e normale.. col EGO e IO e un po’ come con il BENE e MALE, in noi tutti c’è quello buono e quello cattivo, e facile dire a volte non mi rendo conto (anche se mi rendo conto delle mie azioni)
    La domanda come voglio apparire mi sono mai fatta, piacere ai altri ad ogni costo.. nemmeno questo, fingere di essere qualcuno che poi alla fine non lo sono ..
    E pure penso spesso al mio altro io EGO quello più forte più tenace meno vulnerabile, il mio EGO e la mia forza la mia grinta, credo per essere me stessa ho bisogno questo EGO che mi da la mia sicurezza.. anni fa quando lavoravo ancora era il mio EGO più visibile nelle mie azioni, ero più menefreghista, e mi scusavo per il mio essere con un semplice (mi dispiace, ma ognuno deve pensare per se stesso) almeno ero cosi al lavoro..
    .. oggi vivo solo per essere me stessa, il mio ego e solo una parte meno dominante ma sempre presente e pronto di intervenire.. oggi potrei reagire egoisticamente se devo lottare o ottenere qualcosa per la mia famiglia o a cui lo voglio bene sempre con la mia frase “mi dispiace, ma ognuno deve pensare per se stesso)
    Si a IO si a EGO ma nella giusta misura.. Pif ( per chi che non lo sa Pif vuole dire Piccola Foglia il mio nome nativo “Kitala Can Wape”)

    Mi piace

    1. CK ha detto:

      Si Pif…. la giusta misura per ognuno e’ diversa e pian piano ci si conosce meglio… non ci si fa sfruttare nè dalle persone e nè dalle situazioni…e si riesce ad ascoltare quello slancio che la vera e saggia spontaneità dona, quando si ha comunque stima e rispetto di se’… Troppi sono altruisti solo per guadagnarsi una fetta di paradiso… Ma quando lo fai per la sola soddisfazione personale, senza aspettarti niente nemmeno nella vita di mezzo (cosi’ la chiamo io)… allora sei libero dal senso di colpa, di indegnità di te stesso e dal pregiudizio… insomma e’ un discorso lungo… 🙂
      Un abbraccio ❤ …Cri 🙂

      Mi piace

      1. Rebecca Antolini ha detto:

        la fetta del paradiso??? me lo faccio qui sulla terra finche vivo 😉 poi dopo la morte non si sa cosa ci aspetta.. 😀

        Liked by 1 persona

      2. CK ha detto:

        🙂

        Mi piace

      3. Rebecca Antolini ha detto:

        😀 .-P

        Mi piace

  2. Silvia ha detto:

    Un bellissimo post, buon pomeriggio 🙂

    Date: Tue, 30 Sep 2014 07:32:25 +0000 To: silvia-1959@live.it

    Liked by 1 persona

    1. CK ha detto:

      a te 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...