Emile Couè e gli effetti miracolosi dell’autosuggestione

Migliorare la propria vita con il metodo Couè

 
 
 

Il medico Emile Coué, scopritore dell’effetto placebo, è considerato il padre della sofrologia, del pensiero positivo e dei metodi che si sono sviluppati prendendo spunto dalle tecniche  di visualizzazione che lui stesso applicò su migliaia di pazienti.
Ma non tutti sanno che il metodo Coué può anche migliorare la vita di ogni singolo individuo aiutandolo a raggiungere i suoi obiettivi.

Emile Coué, un medico serio e affidabile

Il medico francese scrisse diversi libri, gran parte dei quali si rivolgevano ai suoi colleghi per insegnare ad applicare le sue scoperte.
Emile Coué fu un serio professionista, molto stimato che, con grande zelo scientifico, applicò le sue scoperte mettendole al servizio dell’umanità, spesso in forma gratuita.
Coué non solo elabora delle teorie ma ha anche il merito di averle messe in pratica mostrando al mondo intero che si possono sfruttare le potenzialità della mente per operare guarigioni.

Come praticare il metodo Coué

Il metodo Coué è semplice ma estremamente efficace e consiste nel ripetere la frase “Ogni giorno, da tutti i punti di vista, vado di bene in meglio!”.
Questa semplice affermazione deve essere ripetuta tutte le mattine al risveglio e tutte le sere chiudendo gli occhi, ponendosi in uno stato di rilassamento ed evitando di fissare la propria attenzione su quello che si dice.
In altre parole bisogna ripetere la frase senza nessuno sforzo di volontà ma in modo meccanico, come si ripeterebbe una litania.
In questo modo la frase penetra nell’inconscio e agisce creando condizioni di benessere.

La metodologia di Emile Coué può migliorare la nostra vita

Forse non tutti sanno che la metodologia sviluppata da Coué non è efficace e applicabile solamente per prevenire o curare le malattie ma anche per migliorare la vita.
Infatti nella frase creata da Couè  viene saggiamente affermato “….da tutti i punti di vista…” proprio perché lo studioso intendeva migliorare la vita delle persone non solo dal punto di vista medico ma nella sua globalità.
Coué è uno dei primi studiosi ad accorgersi che l’uomo non può essere considerato solo dal punto di vista medico o trattato solo a livello farmacologico poiché l’essere umano racchiude un complesso sistema psicofisico che deve essere mantenuto sempre in armonia.
Ecco perché ripetere per 20 volte a seduta e per almeno due volte al giorno la frase creata da Emile Coué può contribuire a cambiare la vostra vita dirigendola verso il successo in tutti i sensi.
Può essere utile per raggiungere i propri obiettivi in campo lavorativo, sentimentale, negli affari e in tutti i settori della nostra vita.

 
 
Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Silvia ha detto:

    Avere un atteggiamento positivo è sempre di aiuto in ogni occasione 🙂

    Mi piace

    1. CK ha detto:

      Se si programma il subconscio l’effetto è assicurato 🙂
      Ciao Silvia!

      Mi piace

  2. Claudio Torchio ha detto:

    Non è un caso che quelli che si lamentano in continuazione si ritrovino ogni giorno nuovi guai 😉
    Buona giornata!
    Claudio

    Mi piace

    1. CK ha detto:

      Difatti…
      Buona serata a te!

      Mi piace

  3. Mr.Loto ha detto:

    Credo molto in questo tipo di “terapie”. Purtroppo le persone tendono sempre a concentrare la loro attenzione e le loro energie su quello che non va bene piuttosto che su quanto di bello e buono dispongono e, così facendo, dirigono la propria vita verso le malattie e l’infelicità.
    Personalmente uso le emozioni per verificare la qualità dei miei pensieri; quando inizio a sentirmi triste o demotivato senza una ragione apparente è come se un “campanello” mi avvisasse che sto facendo pensieri negativi, “sbagliati”, che remano contro il mio benessere…così mi sforzo di sintonizzarmi su frequenze diverse e tutto torna a posto!
    La maggior parte delle persone, però, preferisce piangersi addosso ed affidare il proprio benessere fisico ed emotivo ad altra gente, pagandola per farle stare meglio con medicinali e controlli regolari….
    Post molto interessante, approfondirò il metodo di Coué.
    Un saluto.

    Mi piace

    1. CK ha detto:

      La qualità dei pensieri è molto importante, ci fa sentire bene o male, in qualsiasi circostanza. personalmente ho verificato che in presenza di momenti nei quali non riesco ad elevare lo stato d’animo e nemmeno a cambiare i pensieri, che sembrano aver preso una strada grigia e in discesa (complici molto spesso i disagi ormonali dei quali molte donne in vari momenti sono afflitte), mi e’ sufficiente una musica particolare che in quel momento mi indirizza nuovamente l’animo verso la leggerezza, oppure una decina di minuti in silenzio col pensiero rivolto verso l’alto. Le frequenze di pensiero creano il nostro stato d’animo, e di conseguenza tutto il nostro mondo!
      Grazie del tuo contributo e benvenuto 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...