Respiro…

il

Cristina Khay Blog

Immagine

A volte m’è strano avere un corpo. Non che non sia mio, o che non sia io. Ma nonostante il sudore e la fatica, il senso materiale che s’impone, nonostante esso risponda pronto alle sollecitazioni dell’impronta, il corpo mio è come un accessorio, una propaggine, una continua moltitudine che si moltiplica in una delicata algebra biologica. Alla radice di questo immenso moltiplicare, mi sento respirare. Un moto ondoso, incessante e morbido, un sogno rarefatto di pensiero e leggerezza che vibra un patto suggellato nell’etere, lì dove tutto si congiunge e si separa, in infiniti oceani di presenza. Così io sento e sono. Così io, respiro, vivo.

.

Cri

.

View original post

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...