Non ti lamentare, svia la mente!

C’è chi dice che passare un intero giorno senza lamentarsi di niente, nemmeno col pensiero, trasforma completamente la vita e apre la porta a mille buone novità inaspettate. Tutto diventa semplice, i problemi si risolvono, gli attriti si sciolgono. Detto in parole parole, si tratta di passare 24 ore senza giudicare alcunché, né con le parole e né con la mente. Sembra che il semplice atto del giudicare sbarri la strada a tutto il buono che è previsto per ognuno di noi e gli impedisce di arrivare. Sembra facile ma in effetti non lo è. Perchè davanti alle brutture della cronaca o della situazione politica italiana, un moto di indignazione, schifo e giudizio sembra una realtà sacrosanta. Ma anche davanti ai capelli che non si pettinano, o al vestito che ci va troppo stretto perchè abbiamo esagerato con i dolci, o ancora per il parcheggio che ci hanno appena preso …

Ogni piccolissima contrarietà è frutto di un nostro processo di pensiero interno che sfocia in un giudizio che ci irrita. Eppure stare un giorno senza giudicare e lamentarsi per vedere che effetto fa sarebbe una cosa da provare, ne abbiamo tutti tanto bisogno, ognuno in un settore diverso, vero?
La mente è incapace di muoversi senza giudicare, e allora come si fa? Ho provato con l’ HO’OPONOPONO, per me funziona e anche molto bene. Credo che sia perchè, al di là della filosofia che c’è sotto, peraltro convalidata appieno dalle ultime ricerche della fisica quantistica (chi ha visto il film “What the Bleep we Know” che potete trovare anche a a puntate su you tube?), ho notato che ripetere consciamente sussurrando o anche solo mentalmente le parole “mi dispiace, perdonami, grazie, ti amo” ogni volta che un pensiero di considerazione si affaccia alla mente, serve a cancellare immediatamente il giudizio che sto emettendo e mi fa fare pace con il mondo e con me stessa, con tutti i vantaggi che ne derivano.
Queste parole poi, prese anche singolarmente e ripetute singolarmente, danno effetti diversi.Ho provato anche così. Ad esempio, il “grazie” ripulisce in modo quasi immediato le situazioni e pensieri sbagliati che stiamo vivendo e ci riporta indietro, sanandoli. Spesso questa cosa potrà non farci piacere all’inizio, ma ci rimette nel binario giusto per noi e per gli altri. Il “mi dispiace, perdonami” cancella qualsiasi giudizio se detto con la consapevolezza di non sapere i piani del Divino in noi e dissolve qualsiasi attrito. Il “ti amo” connette direttamente al Sè superiore se detto al centro del nostro essere, o connette a tutto ciò che ci è attorno se lo indirizziamo lì dove cade il nostro sguardo, qualunque cosa sia.  Ma se non giudico, come farò a risolvere i miei problemi? Come farò a sopravvivere, a “salvarmi”?
Lo so, questo è quello che passa per la mente quando ci si pone davanti a cose di questo tipo. L’ego crede che con il giudizio possa evitarsi i guai nei quali il suo stesso giudizio lo ha cacciato.
Beh, spetta ad ognuno di noi provare ad essere diversi, se si vuole una realtà diversa, essere diversi proprio nella testa. Perchè è quella che combina tutto 🙂
Grazie, grazie, grazie, e prenotazioni inaspettate di lavoro ieri sera sono arrivate,quasi immediatamente.

Cri

Immagine

Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Claudio Torchio ha detto:

    Beh, che dire: grazie, grazie, grazie per questo post 😉
    Buona giornata Cri
    Claudio

    Mi piace

    1. CK ha detto:

      Buongiorno Claudio! Prego prego prego :)))))

      Mi piace

  2. in fondo al cuore ha detto:

    Bellissimo post, concordo, spesso è proprio così, buona giornata! 🙂

    Mi piace

    1. CK ha detto:

      😀 Buongiorno!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...