Siete abituati ad aspettare? ( di Eckhart Tolle)

Siete abituati ad aspettare? Quanto della vostra vita la trascorrete in attesa?
Cio’ che chiamo “attesa su piccola scala” e’ aspettare in coda all’ufficio postale, in un ingorgo stradale, all’aeroporto, oppure aspettare l’arrivo di qualcuno, la conclusione di un lavoro, eccetera. “Attesa su grande scala” e’ aspettare la prossima vacanza, un lavoro migliore, aspettare che i figli crescano, diventare importanti, DIVENTARE ILLUMINATI.
Non e’ insolito trascorrere l’intera vita aspettando di cominciare a vivere. L’ATTESA E’ UNO STATO MENTALE.
Sostanzialmente significa che voi volete il futuro; non volete il presente. Non volete cio’ che avete, volete cio’ che non avete. Con ogni genere di attesa create inconsapevolmente un conflitto interiore fra il vostro qui e ora (dove non volete essere) e il futuro proiettato, dove volete essere. Questo riduce grandemente la qualita’ della vostra vita facendovi perdere il presente.

Per esempio molte persone attendono la prosperita’. Non puo’ arrivare nel futuro. Quando voi onorate, riconoscete e accettate pienamente la vostra realta’ presente (dove siete, chi siete, cosa state facendo proprio adesso), quando accettate pienamente cio’ che avete, siete grati per cio’ che avete, grati per cio’ che e’, grati per Essere.
La gratitudine per il momento presente e la pienezza della VITA ADESSO e’ la vera prosperita’. Non puo’ arrivare nel futuro. Poi, con il tempo, tale prosperita’ si manifesta a voi in vari modi.

Tratto da: “Il potere di Adesso” di Eckhart Tolle

image

Annunci

11 commenti Aggiungi il tuo

  1. Lilla ... ha detto:

    La mia Vita è fatta di ‘attese su piccola scala’ … Nelle quali però, cerco di apprezzare il “qui e ora” … A volte però, è difficile!! 🙂
    Buone Feste a te e a tutti i tuoi cari!

    Mi piace

    1. ck ha detto:

      Non e’ difficile farlo, e’ che normalmente ci dimentichiamo di rallentare, sentire la VITA che ci scorre dentro e ringraziare per la meraviglia. 🙂 un bacione Lilla e tanti auguri!

      Mi piace

  2. in fondo al cuore ha detto:

    Una bellissima riflessione, tranne le piccole cose, come il bus….o la fila dal medico e in altri posti simili del resto non mi piace aspettare,,,,,,anche perchè cerco di non fare programmi a lunga scadenza. Meglio cercare di non aspettarsi niente e vivere il presente al meglio……
    Buone Feste! 🙂

    Mi piace

    1. ck ha detto:

      E’ un buon atteggiamento il tuo, ti fa stare serena 🙂 Buone feste!

      Mi piace

  3. Claudio Torchio ha detto:

    Bellissimo e verissimo! Non ci si rende conto di quanto sia inutile aspettare fino a che non si smette di aspettare… nel momento in cui ti rendi conto che ogni momento che stai vivendo è il momento che aspettavi fino a poco prima allora ti rendi conto che non c’è bisogno di aspettare.
    Anche l’attesa del tuo turno in una fila diventa un’occasione per vivere un po’ té stesso…
    E’ un po’ il concetto del “siamo sempre dove dobbiamo essere”
    un abbraccio
    Claudio

    Mi piace

    1. CK ha detto:

      Solitamente aspetto con pazienza, altre con piacere…ma quando la coda si protrae un po’ troppo oltre la mezz’ora metto in atto tecniche quantiche di spostamento dimensionale. Nel 70 % dei casi funziona. Questo pero’ mi fa uscire dalla quiete interiore perche’ ogni desiderio lo fa: e’ un argomento complesso, quello di essere in pace o avere desideri. Anche perche’ puntualmente ogni desiderio una volta raggiunto diventa invisibile. Ciao!

      Mi piace

      1. Claudio Torchio ha detto:

        Wow, si può avere qualche dettaglio sulle tecniche? 😉
        ciao e buona serata!

        Mi piace

  4. marcoforever ha detto:

    Mi domando che senso puo’ avere non stare calmi ad aspettare alla cassa del suoermercato, oppure in coda alle poste. La calma è senz’altro una virtu’ (mi accorgo adesso Claudio, che abbiamo usato lo stesso paragone per quest’eccezione) Non comprendo bene il concetto di ‘Aspettativa’ in quanto vivo il giorno così come viene, ma neanche mi soffermo in estasi sulla normalità delle cose. quel che sarà domani, sarà solo un’altro giorno con cose consuete e altre inaspettate, ma è inutile attendersele 🙂

    Buona giornata

    Mi piace

    1. CK ha detto:

      Il concetto di vivere senza aspettative mi piace, se non altro per le sorprese che possono capitare. Si vive anche molto meno delusi o arrabbiati. Trovare il senso ad una vita senza aspettative per la mente e’ dura pero’. La mente e’ una esploratrice senza fondo, ha sempre fame e si incasina volentieri. Alla ricerca della pace -della mente- quindi… ma come si fa a stare in pace senza annoiarsi?

      Mi piace

      1. marcoforever ha detto:

        Si usa la mente facendole esplorare campi e materie che non riguardano il futuro a volte astrazioni, ma che per un ricercatore sono appunto il cibo della mente. Si può tenerla impegnata ricercando ipotesi a conferma di teorie riguardanti antiche civiltà, la loro iterazione con il mondo odierno, oppure come hanno fatto a risolvere un dato problema di ingegneria, e ti assicuro che non si scade nei soliti egizi maya etc. Quando ho scoperto l’esistenza degli Hatti o Malden Island tanto per citare due esempi, dei quali in precedenza non conoscevo l’esistenza mi sono accorto che ci sono state civiltà che pur non avendo lasciato macroscopiche vestigia, pongono comunque i loro interrogativi, e che c’è di piu’ bello per la mente di avventurarsi in ipotesi, teorie e cercarne suffragio dove c’è 🙂

        Mi piace

  5. marcoforever ha detto:

    P.S. odio le faccine di wordpress, sono ghigni ahahahha

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...